Archive for giugno, 2011

Olschki porterà Benigni a Firenze

Il legame tra Roberto Benigni e la Divina Commedia di Dante Alighieri non è una novità. Anzi, in passato questo suo amore sviscerato per il poema dei poemi gli ha valso perfino alcune lauree honoris causa. Nonostante ciò «Robertaccio» non sa resistere al fascino dei 100 canti e proprio in questi giorni ha dato piena disponibilità, all’inizio del prossimo mese di ottobre, a presenziare alla presentazione dell’ultima edizione di gran pregio della Divina Commedia edita da Olschki, che avverrà a Firenze in una sede ancora da stabilire. (continua…)

Maggio: il 5 luglio sarà la «resa dei conti»

Numeri (disastrosi) del Maggio Musicale, il giorno dopo. Il «buco» della fondazione lirica fiorentina non era mai stato così vasto. Nella tabella che qui pubblichiamo, sono ben visibili i contributi dello Stato, dei soci privati e degli enti locali alla fondazione, così come l’ammontare dei deficit che hanno andamento ondivago, ma è chiaro che addossare tutte le colpe del disavanzo ai tagli del Governo è quanto meno strumentale, dal momento che anche in anni in cui i contributi al Maggio hanno superato i 30 milioni di euro, il deficit si è mantenuto a livelli altissimi, come nel 2008. (continua…)

Maggio: festival finito, ma la «voragine» resta

La cifra, piu o meno, l’avevamo centrata. Avevamo spesso scritto che il bilancio 2010 della Fondazione Maggio Musicale Fiorentino si sarebbe chiuso con un deficit compreso tra i 5 e i 10 milioni. Ieri pomeriggio, al termine della riunione del Consiglio d’amministrazione, è stato diffuso un comunicato che, tra l’altro, indica in 8,3 milioni di euro la perdita della fondazione per l’anno 2010. Una voragine. (continua…)

Va in restauro la Madonna dell’Impruneta

Ancora poche ore e giovedì mattina i tecnici della Dafne, ditta specializzata in trasporto di opere d’arte, ≪impacchetterà≫ la famosa Madonna dell’Impruneta e la trasporterà a Firenze per un delicato restauro. L’opera, in non buone condizioni, e una tela (fissata su supporto ligneo) di stile bizantino, autore ignoto e risale al VI-VII secolo, ma e stata ridipinta nel XVIII secolo. (continua…)

Quella notte nell’inferno di Viareggio

Una calda sera di fine giugno. Come tante in Versilia. Ma ad un tratto il cielo si fece rosso. Troppo, per essere il riverbero di una nuova illuminazione stradale. No, era qualcosa di grave, una tragedia, che avrebbe cambiato per sempre l’esistenza di troppe famiglie. L’incidente ferroviario, le scintille, il gpl che prende fuoco, che esplode, torce umane intorno alla stazione, auto in fiamme, un calore immenso e un odore acre che non potrò mai dimenticare. A poche ore dal disastro che, in alcuni mesi, ha portato a 32 il bilancio finale della tragedia, fui mandato per servizio a Viareggio. (continua…)

«Rispetto l’Italia perché ama la musica elettronica e live»

Un autentico mito. Di quelli veri, non di cartapesta. Tony Humphries, classe 1957, da Brooklyn, New York, è il dj resident estivo dell’Ostras Beach di Focette. È come se una palestra di arti marziali all’inizio degli anni Settanta avesse preso Bruce Lee come «maestro» o come se l’autoscuola sotto casa avesse ingaggiato Michael Schumacher come istruttore di guida. Con grande coraggio il «boss» del locale versiliese – perché poi alla base di ogni idea c’è sempre il rischio di un uomo – Alessandro Mazzucco, ha voluto scommettere ed è riuscito a convincere Humphries, per tutta la stagione estiva, a fare il pendolare tra Brooklyn e Focette per far ballare la gente. (continua…)

Francesco e Bianca: giallo ancora irrisolto

Domenica scorsa nelle pagine domenicali del Corriere della Sera dedicate alla salute uno dei temi era la malaria. E così è riemersa l’antica questione della morte di Francesco I de’ Medici e della sua seconda moglie, Bianca Cappello, avvenuta nell’ottobre 1587. (continua…)

S. Ambrogio: nasce il polo musicale

Gli ultimi anni della Biblioteca Centrale di Firenze – insieme a quella di Roma è una delle due «Nazionali» – sono caratterizzati da un andamento ondivago. I grandi progetti purtroppo spesso ha dovuto fare pendant con problemi legati alla mancanza di risorse, di personale, strutturali, di ritardi etc… (continua…)

Una semplice grande lezione

Ecco. Che serva di lezione a noi italiani, che il nostro patrimonio culturale quasi l’abbiamo in uggia talmente è vasto, delicato, impegnativo. I francesi, anzi, un «semplice» direttore del dipartimento delle Pitture al Louvre, ha definito addirittura «inimmaginabile» uno spostamento della Gioconda di Leonardo da Vinci dal museo parigino alla Galleria degli Uffizi di Firenze. (continua…)

Sgarbi: «Quel fontanello è brutto, grida vendetta»

È brutto. Lo ha detto Sgarbi e, in serata, se n’è accorto anche il sindaco Renzi dando ragione al nostro giornale. Non accennano a placarsi le polemiche intorno al fontanello nero per l’acqua, collocato alle spalle del Biancone, a ridosso di Palazzo Vecchio, in piazza Signoria. La struttura costa circa 29 mila euro e per la sua manutenzione e quelle di almeno altre tre identiche strutture collocate in varie parti (periferiche) della città – occorreranno 80 mila euro. (continua…)