Categoria: Varie

La Regione Toscana allontana i donatori di sangue

Ufficio complicazioni cose semplici. Anche i donatori di sangue toscani sono ormai vittime di questa logica perversa. Una volta l’unico ostacolo da superare tra la voglia di far del bene donando sangue e la sacca piena, era la paura dell’ago. Oggi no. Oggi la presenza di un corpo estraneo in vena è niente in confronto alla pazienza che ci vuole per soddisfare la propria voglia di interesse verso il prossimo. (continua…)

Integrazione: fiorentino progetta un cartoon. In Islanda

C’è chi pensa che l’Islanda sia solo un concentrato di ghiacci e vulcani. Invece è una terra ricca di fascino e di sorprese a tal punto da stimolare perfino la fantasia, ma al servizio di cause civili, come per esempio l’integrazione tra diversi. Lo sa bene il  cartoonist fiorentino Gabriele Ranfagni, che insieme all’islandese Anna Birgis oggi presenta ufficialmente il progetto per realizzare una serie a cartoni denominata “Gustav the puffin”. Questo prevede il lancio di una campagna di fundraising, a cura di KarolinaFund.com, piattaforma islandese di crowfunding a cui i due autori si sono rivolti per reperire i 42mila euro necessari per trasformare il progetto in realtà. Tutte le informazioni necessarie si trovano alla pagina: www.karolinafund.com/project/view/583. (continua…)

The dark side of Firenze

In attesa che esca l’atteso nuovo libro di Dan Brown intitolato Inferno, ecco anticipati da Libero alcuni brani dell’articolo scritto a quattro mani con l’amico Gianluca Tenti in uscita sul mensile Monsieur.   (continua…)

Si è dimesso il Papa o l’informazione? O tutt’e due?

E da martedì sarà Conclave. Il numero dei giornalisti accreditati per l’evento – alcuni dei quali prenderanno posto sulle gradinate della struttura costruita ad hoc in cima via della Conciliazione, a Roma – supera già le 5mila unità. Ma è destinato a crescere. Già, ma quanti di loro faranno il loro mestiere di cronista fino in fondo? Tanti, speriamo.
(continua…)

In bocca al lupo a Firenzepost.it, nuovo giornale on line

Si dice che quando chiude un giornale siamo tutti un po’ più poveri. Nell’ultimo anno Firenze – e non solo – è diventata poverissima sotto questo punto di vista. Quotidiani cartacei, emittenti televisive, radiofoniche, caduti giù come birilli, colpiti sia dalla crisi che attanaglia il comparto, sia dalla miopia di proprietà senza scrupoli, scarsamente dedite al buon senso. (continua…)