Cartoline dalla Versilia

« torna alla pagina precedente

Con i contributi di Antonio Paolucci, Marcello Lippi e Gianluca Tenti; i disegni di Nicoletta Murru
Nuova Toscana Editrice, Firenze 2005, 88 pagine

Quattordici racconti, ritagliati sullo sfondo della Versilia di una trentina di anni fa, propongono i ricordi, le emozioni e gli stati d’animo legati a vari momenti di un quotidiano vacanziero vissuto tra Cinquale e Torre del Lago, spingendosi nell’interno fino a Sant’Anna di Stazzema, Gombitelli, Camaiore.
Mare e monti, campagna e collina, che si inseguono in una prospettiva quasi da cartolina, ma rivissuti nella memoria di chi allora – erano gli anni Settanta – non aveva ancora vent’anni…
Personaggi, situazioni, atmosfere, consuetudini, si animano in un rincorrersi tra passato e presente, in un continuo oscillare tra la realtà di oggi e il sapore dolce-amaro di quei giorni.
La lettura risulta così un caleidoscopio di ricordi che riemergono dalle dolci pieghe del passato, di immagini che si sostituiscono le une alle altre, recuperando il Leit motiv del primo volume di questa serie, “Storie di ordinaria Versilia” (Firenze, 2004).
È lo stesso filo conduttore che unisce le stagioni di ieri e quelle di oggi, in un’esperienza autobiografica, consumata tra il candore delle Apuane, il verde dei pini e l’azzurro del mare…della Versilia.

Sommario

Le due Versilie, di Antonio Paolucci
Vivere la Versilia, di Marcello Lippi
Bastia andata e ritorno
I capelloni del Cinquale
Il silenzio di Sant’Anna
La Versilia by night che non c’è più
Dài Maria, compra…
Le lingue di Gombitelli
Gay beach
Ciro o San Francesco?
Campus Maior
L’elogio del “pattino”
Costumi in inverno
Le voci della spiaggia
Vacanze motorizzate
Amici miei
Le terra del culto della vacanza, di Gianluca Tenti